Non accettare caramelle dagli sconosciuti 2 – rassegna stampa reloaded

CARAMELLE-STAR-WARS

Ai bambini, com’è giusto che sia, insegniamo a non accettare caramelle dagli sconosciuti, ma per le recensioni (e lo abbiamo già detto qua) la faccenda è completamente diversa. A dispetto delle più bieche previsioni operate da personaggi come l’Onorevole Gino Marmolada o l’ex ministro Edoardo Biscazzi, un sacco di gente meravigliosa & bellissima su e giù per il web (e non solo) ha parlato del nostro Cosa vuoi fare da grande.
Il personale e gli scolaretti della scuola elementare Attilio Regolo, nonché il multi-mega-miliardario Volkan Kursat Bayraktar, l’inventore del futurometro, sono ben contenti di aver ricevuto tutte queste generose recensioni e dicono in coro: “Ewwiwa!”

Su Radio 105
Boookblister I
Bookblister II
Panorama
Alcolibri anonimi
Con Altri Mezzi
Flanerí
Leggere è magia
Il libro del martedì
Scene contemporanee
Totani sognanti
Una quasi adatta
Corriere del Verbano
Gelo Stellato
Literaid
Little miss book
Un’opinione su Ciao.it
Libri in pantofole
La lettrice felice
Profumi di Libri – Canale 8
Zero Nove tv

Pillole – Il professor Halifax Person III

cappello_laurea_g

Il professore Anthony Halifax Person III, già noto al grande pubblico per le sue eccellenti opere di divulgazione, quali La caduta delle variabili e Manuale teorico-pratico di cibernetica militante, è un bel tipino di quelli tosti. Ma se in questo mondo ci sono due cose in grado di mandarlo ai matti, lui che si è sempre vantato di essere il rabdomante dei bluff a teresina, una è il black pudding, l’altra è il futurometro di Volkan Kursat Bayraktar.

Il prof tenne a freno una bestemmia, e Volkan rimase muto, immobile, la mano aperta e la salviettina che svolazzava piano fino a terra. Uno sbilanciamento impalpabile ma decisivo. I legacci e gli elastici saltarono via uno dopo l’altro, ping, ping, ping, e gli studenti si tuffarono sotto i banchi con le mani dietro la testa.
Volkan sostenne l’aggeggio a due mani. Il suo temutissimo sbippettio aveva colmato di nuovo il silenzio dell’aula 757, un silenzio cosmico, non fosse stato per gli ansimi soffocati che provenivano dalla cattedra. Sir Anthony aveva strisciato come un verme e vi si era rifugiato di sotto, con le ginocchia immerse nel suo stesso piscio.
“In fondo”, si confessò come se la macchia sul cavallo dei pantaloni non lo riguardasse, “ce ne stiamo andando da antichi romani, tanti piccoli, grandi Seneca. Dolce morte che infine giungi, noi ti disprezziamo, noi ti irridiamo”, e prese a canticchiare a bocca chiusa Sag mir, wo die Blumen sind.

Se volete sentire anche voi la canzone cantata dal professor Person cliccate qui e se invece volete sapere perché il buon Anthony Halifax Person III teme così tanto il black pudding, la risposta vi aspetta sui vostri comodini.

Libri in taxi

taxi_futurometro

Oh uomo moderno, uomo che non deve chiedere mai, tu che conosci la vita, l’universo e tutto quanto, tu uomo che sai di buono e a cui interi condomini abitati da scalmanate gridano “egoiste!“, il futurometro ti parla anche durante gli spostamenti in taxi tra il briefing mattutino alla Spectre e il brunch al ristorante “Da Sebuccio all’Uopa d’Oro” per il report settimanale con i Poteri Forti. E ti dice: “No future!”

Per ulteriori dettagli, cliccate qui.