pillole dal primo capitolo

Cosa vuoi fare da grande: un salto nel buio per le patrie lettere.

In terza elementare il piccolo Guido Pennisi non se la passava troppo bene. Orfano di madre, era un bambino taciturno che portava i capelli rifilati con la tazza e si lavava di rado. Nessuno sapeva che mestiere facesse il padre, e lo stesso Guido aveva al riguardo un’idea alquanto nebulosa. Da grande voleva fare il pirata e nel frattempo collezionava brutti voti e punizioni.

cosavuoifaredagrandedisegnino

Il suo migliore amico si chiamava Gianni Serra, e divideva con Guido l’ultimo banco. Gianni aveva gli occhi nocciola e la pelle trasparente, e i suoi connotati sembravano fluttuare sotto i riccioli biondi, in special modo quando lo interrogavano e Gianni cominciava a balbettare e a sudare. Da grande voleva fare l’astronauta.

lavagna di gianni e guido

Insomma, Gianni Serra e Guido Pennisi erano due ragazzini incasinati, come mille e mille altri, e frequentavano con scarso profitto la Scuola elementare Attilio Regolo di Milano. Una scuola ordinaria che ingentiliva cullata dai suoi stessi calcinacci, avviata a un destino da rudere, e che per generazioni aveva cresciuto democraticamente i rampolli dell’alta borghesia e quelli dei cari sottoposti. La si sarebbe potuta confondere con mille e mille altre scuole e nessuno ma proprio nessuno avrebbe mai potuto immaginare che…

[continua in libreria]

Annunci

4 thoughts on “pillole dal primo capitolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...